La ricetta di Natale della nonna? Pesto per tortellini dolci!

Eccoci con una ricetta dolce per Natale: il pesto per tortellini dolci messa a punto da Alex! Si tratta di un dolce tipico della tradizione emiliana utilizzato per farcire dolcetti di pasta frolla fritti o cotti in forno. Il pesto consiste in un ripieno a base di frutta secca e candita mescolata a confettura di frutta, addolcita con dello zucchero a velo, cacao dolce e caffè in polvere. Il tutto, inoltre, aromatizzato con la nota inconfondibile del sassolino, un liquore molto noto della zona di Modena. Ma non perdiamo tempo e vediamo questa ricetta! Nota importante: il pesto devo stare a riposto per 7/10 giorni decidete quindi in anticipo la giornata durante la quale vorrete servirlo e gustarlo!

Ingredienti

Ingredienti pesto per tortellini dolci

  • Mostarda Bolognese 420 g
  • Confettura Di Prugne 250 g
  • Castagne (secche) Life 125 g
  • Fichi Secchi Life 100 g
  • Mandorle Pelate Life 100 g
  • Nocciole Tostate Life 50 g
  • Arachidi Life (circa 12-14 arachidi interi) 45 g
  • Noci Sgusciate Life (circa 6 noci intere) 35 g
  • Pinoli Life 40 g
  • Frutta Candita Life (mista) 70 g
  • Uva Sultanina 125 g
  • Cacao Zuccherato In Polvere 50 g
  • Zucchero A Velo 50 g
  • Caffè In Polvere 15 g
  • Rum 1 bicchierino
  • Sassolino1 bicchierino

Ingredienti pasta frolla nonna – ricetta della festa

  • 1 k di farina 00
  • 100 g di fecola di patate
  • 420 g di zucchero semolato
  • 150 g di burro
  • 5 uova medie
  • 2 dosi di lievito per dolci
  • 1/2 bicchierino di sassolino
  • 1 scorza di arancia oppure di limone non trattati

Se volete dimezzare la dose perché torna più utile alle vostre necessità, dividete a metà la quantità degli ingredienti, utilizzando 2 uova intere e 1 tuorlo.

Preparazione

Preparazione del Pesto:

Mettete l’uva sultanina in una ciotolina, versatevi sopra il bicchierino di rum, mescolate e lasciate in ammollo per circa 60 minuti. 

Per iniziare, mettete le castagne secche in un pentolino. Versate dell’acqua tiepida fino a coprirle completamente e portate in ebollizione.

Lessatele a fuoco basso per circa 30 minuti. Scolatele, sistematele nel tagliere pulito e ben fermo e sminuzzatele con un grosso coltello molto affilato. Mettete le castagne in una boule e tenetele da parte.

Poi, appoggiate i ficchi secchi sul tagliere, tagliateli finemente con la mezzaluna o con l’aiuto del coltello. Mettete i fichi in una boule e teneteli da parte.

A continuazione, mettete nel robot o mixer le mandorle pelate, le nocciole tostate, gli arachidi e le noci sgusciate. Frullate la frutta secca fino a ridurla in granella. Se preferite, potete utilizzare il mortaio per pestare la frutta secca.

Versate la mostarda bolognese in una grossa boule. La mostarda bolognese è una confettura extra di frutta mista, una miscela tipica della cucina emiliana preparata con prugne, mele cotogne, pere, arance e zucchero di canna.

Unite la confettura di prugne alla mostarda bolognese. Aggiungete il cacao zuccherato in polvere, lo zucchero a velo e il caffè in polvere.

Versate il bicchierino di Sassolino (liquore tipico della provincia di Modena, dal caratteristico forte sapore di anice aromatizzato con spezie miste, tra cui cumino, cannella, finocchio, e piccole parti di assenzio).

Mescolate dolcemente con un cucchiaio di legno o con un leccapentola fino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti.

A questo punto, aggiungete le castagne cotte e i ficchi secchi sminuzzati. Unite i pinoli interi e la frutta candita mista (arance, ciliegie, cedro) tagliata a cubetti. Poi, la frutta secca in granella e, per ultimo, l’uva sultanina scolata dal rum.

Mescolate nuovamente tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto grumoso. Coprite la boule con pellicola trasparente e riponetela in frigorifero.

Conservazione e utilizzo

Lasciate il pesto per tortellini dolci di natale a riposo da 7 a 10 giorni, ricordando di rimescolare ogni tanto per insaporire. Se preparato con molto anticipo, il pesto per tortellini può essere lasciato a marinare per un massimo di 21 giorni.

Questo pesto serve a farcire i dolcetti di pasta frolla, che si preparano sia fritti che cotti nel forno e che una volta venivano donati ai bambini durante il periodo natalizio come regalo o messi dentro alla calza della befana insieme a carbone e cipolla.

Preparazione pasta frolla della nonna – ricetta della festa

Per iniziare, mettete la farina 00 sulla spianatoia, unite la fecola di patate e mescolate le farine disponendole a fontana.

Tagliate il burro a pezzettini e mettetelo al centro della fontana. Incorporate il burro alla farina utilizzando le punte delle dita e amalgamate bene per ottenere la sabbiatura, cioè un impasto consistente e sabbioso.

Disponete nuovamente a fontana, aggiungete lo zucchero semolato, le uova, il lievito per dolci, il sassolino e la scorza di arancia (o di limone).

Iniziate a mescolare per amalgamare tutti gli ingredienti con movimenti veloci e per pochi minuti fino ad ottenere un panetto compatto e omogeneo.

Avvolgete il panetto con un foglio di pellicola trasparente. Riponete in frigorifero per almeno 30 minuti affinché la pasta frolla diventi più lavorabile.

Adesso la vostra pasta frolla è pronta! Prelevatela dal frigo, stendetela con l’aiuto di un mattarello e utilizzatela per la preparazione di svariate ricette.

Se la preparate per utilizzarla in un secondo momento, conservatela in frigorifero per qualche giorno (4-5 giorni al massimo) o congelatela lasciandola nel freezer per non più di un paio di mesi.

Eccoci arrivati alla fine e se i dolci sono la tua passione ecco un altro suggerimento... Clicca sotto per brownies fudge:

 

 

Informazioni sulla ricetta

Difficoltà: bassa
Preparazione: 20 min + 30 cottura
Quantità: 12